Tecarterapia

 

La tecarterapia è una nuova metodica che consente di ripristinare i normali processi funzionali e riparativi dell’organismo riducendo considerevolmente i tempi di recupero. Inoltre è praticamente priva di controindicazioni ed effetti collaterali. La Tecarterapia viene eseguita attraverso una macchina chiamata DIATERMIA CAPACITIVA E RESISTIVA che produce correnti ad alta frequenza e sfrutta il sistema che viene utilizzato dai condensatori, per cui la corrente presente è determinata dal movimento delle cariche elettrice dell’organismo e non dal passaggio di corrente elettrica come avviene per le tens, le ionoforesi e le elettrostimolazioni. Viene usata per curare ossa, legamenti, muscoli ed organi, permette di diminuire o eliminare infiammaxioni e dolori, favorisce il normale funzionamento del sistema vascolare e linfatico e consente la rigenerazione tessutale. La diatermia capacitiva produce un aumento della temperatura che avviene dall’interno dei tessuti (endotermica) ed è uniforme e controllata. Tale flusso elettro-magnetico, consente al nostro corpo di rilasciare due sostanze, il CORTISOLO e le ENDORFINE, che servono per ridurre il dolore, gli edemi e le infiammazioni. Questa tecnologia stimola l’aumento di flusso ematico in maniera diretta, grazie all’aumento della temperatura ed indirettamente attraverso la richiesta di ossigeno da  parte dei tessuti trattati; l’aumento di sangue favorisce l’incremento delle normali difese immunitarie e stimola la rigenerazione dei tessuti.

Quanto dura una seduta di tecarterapia?

Ogni patologia è differente, e naturalmente l’approccio terapeutico cambia di volta in volta. La durata media di un trattamento, per ottenere dei buoni risultati, varia tra i 20 e i 30 minuti. Di solito si usa fare un trattamento Resistivo e Capacitivo, ma varia molto dalla sede del problema, e dall’ipotesi terapeutica che il terapista ha effettuato.Per cui, di volta in volta e in base al problema la seduta cambia.

Quante sedute di tecar occorrono per ottenere un risultato?

Generalmente si parla di ciclo di sedute, e in media si ottengono buoni risultati già con un numero di sedute che va da 5 a 10. Non è possibile però dare un numero preciso, in quanto la complessità della patologia varia da soggetto a soggetto, e quindi il numero di sedute risulta molto variabile. Già dalla prima seduta molto spesso il paziente riferisce un miglioramento della sintomatologia dolorosa.

Quasi sempre le sedute si esauriscono con la risoluzione del problema, ma talvolta in base al tipo di problema e alla sua cronicità sono necessarie delle sedute di mantenimento, per non disperdere il risultato conseguito. Sarà il fisioterapista a consigliare la soluzione migliore.

Quante sedute a settimana sono necessarie per ottenere un buon risultato?

Si effettuano generalmente sedute 3 volte a settimana, ma talvolta possono essere eseguite due sedute a settimana.

Le sedute di Tecarterapia sono dolorose?

Ogni seduta è assolutamente priva di alcun dolore. In base  al tipo di problema, si potranno avere sedute in atermia (senza alcun calore) generalmente indicate nelle patologie vascolari (edemi sopratutto), oppure una leggera termia. Il tutto in maniera assolutamente gradevole senza sentire dolore.